Discipline bio-naturali

Tempo della Vergine (agosto/settembre)

Autore

Antonio Sisana

concretizzare in modo logico la nostra esperienza

VERGINE (agosto/settembre) RENDERE CONCRETA LA NOSTRA ESPERIENZA
periodo di ritorno a se stessi, alla cristallizzazione nella memoria del corpo dell’esperienza

LA VERGINE
Vergine è un segno mobile, ultimo della triade estiva, femminile e legato all’elemento terra. Segno del caldo, anche se in diminuzione, e soprattutto del secco, qualità questa che esprime in un insieme di caratteristiche legate all’aspetto mentale come la razionalità, la logica, la capacità critica, la misura, la regola, la precisione, la meticolosità, il controllo, l’analisi, la perfezione, il senso pratico, l’ordine, l’abitudine, il formalismo ed il risparmio. Dopo il segno di fuoco per eccellenza del Leone, ove siamo stati spinti alla manifestazione della nostra creatività, verso l’incontro, ora siamo chiamati ad una riflessione, ad un ritorno verso e dentro noi stessi, ad una cristallizzazione nella memoria fisica dell’esperienza sottile, ad un processo di elaborazione ed analisi per comprendere noi stessi e quindi gli altri. La solarità diviene interiore e razionale volta allo sviluppo di una più acuta e vasta intelligenza.

LA QUALITA’ DEL TEMPO
Con Vergine abbiamo la concretezza della terra e soprattutto la logica e razionalità di Mercurio, pianeta in unico domicilio, caratterizzato anche dalla dialettica, dalla comunicazione, dalla poca adattabilità, amante delle relazione e degli scambi, selettivo, dinamico, poco avvezzo all’emotività, spesso irrequieto. Se poi aggiungiamo la caduta di Venere, pianeta che porta armonia, amore e bellezza e l’esilio di Giove, giustizia e magnanimità, e per alcuni autori l’esilio di Nettuno, pianeta del cambiamento, della metamorfosi senza limiti e definizioni, allora comprendiamo come le caratteristiche di Mercurio diventano molto forti, decise, con il prevalere di forze mentali e secche a discapito di quanto è sensibile e umido.
In questo tempo siamo chiamati ad un recupero sostanziale del presente e del materiale, ad un processo di ritorno interiore verso un importante processo di elaborazione ed analisi, alla selettività, cura ed attenzione, per comprendere meglio ed in modo chiaro chi siamo. E’ un lavoro finalizzato a migliorare noi stessi e che sta alla base del poter poi comprendere il mondo esteriore nella sua diversità e molteplicità. In questo processo siamo aiutati dall’emergere di qualità fondamentali quali la precisione, la capacità logica e di analisi, il calcolo, la meticolosità, l’ordine, l’osservazione e l’indagine.
In questo tempo se siamo in sincronia abbiamo la possibilità di sviluppare un senso d’intelligenza più acuta che ci può far separare da quanto è ordinario per arrivare al massimo del nostro potenziale. E tutto questo con precisione, cura ed attenzione.
Se manchiamo di centratura e ci facciamo prendere dal lato oscuro il rischio è di divenire pignoli, maniacali, perfezionisti, sino ad essere freddi, iperrazionali, anche cinici. Qui tutto quanto è emozione, sensibilità, entra nelle maglie del controllo e rischia di essere allontanato o anche banalizzato, caricarsi di proiezioni che arrivano dal passato. Allora si fatica a riconoscere la realtà per quello che è, nascono pregiudizi, limitazioni nella propria apertura mentale, si diventa autoreferenziali, ostinati, attenti a particolari minimi e insignificanti, a sviluppare un senso di logica superiorità.
In questo mese siamo chiamati ad iniziare un processo d’introversione in quanto siamo sul finire dell’estate e verso l’equinozio d’autunno. E’ tempo di raccolta, di produzione delle forze zuccherine, di diminuzione del calore e della presenza solare.
La Vergine è collegata all’intestino sia nel processo di assimilazione dei nutrienti, aspetto molto importante, che di eliminazione di quanto non serve, ma anche del sistema immunitario e quindi di difesa tra ciò che è noi e quanto non lo è e diviene pericoloso. Anche qui è un processo di differenziazione e di selettività fondamentale per la nostra salute.
Si correla anche al terzo quarto della colonna vertebrale, e per alcuni aspetti legati a Mercurio anche alla pelle, ai polmoni e quindi al respiro e soprattutto al sistema nervoso che può manifestare differenti problemi soprattutto se siamo sottoposti a carichi di stress elevati. In questo periodo è molto importante sapersi ben organizzare e dare giusti tempi al proprio essere.

Anche in Vergine possiamo sfruttare la luna calante per drenare, purificare, aiutare il corpo e soprattutto il sistema linfatico nel processo di eliminazione e detossificazione, magari con un digiuno leggero, non esagerando, con erbe o alimenti drenanti, ricchi di liquidi, con capacità purificatrici, utilizzando tisane e acqua alcalina, ionizzata. Interessante in questo periodo dedicarci del tempo a noi stessi, a processi di riflessione ed analisi delle nostre esperienze dandone un senso logico e definito.
Nel tempo di luna crescente è importante porre in essere attività fisiche, camminate, passeggiate in montagna, uscite in bicicletta, senza però essere eccessivi e portare avanti supplementi vitaminici se ne abbiamo bisogno.
Dal punto di vista alimentare essendo il prevalere del secco è fondamentale bere acqua e bevande alcaline, centrifughe e succhi naturali e preferire verdure e frutta ricca di acqua ma anche nutrienti in quanto abbiamo da anticipare e preparare l’arrivo dell’autunno. Preferire il riso, il miglio ed anche il mais, i frutti di bosco, lamponi e mirtilli in particolare, prugne, susine, l’uva che è di stagione, verdure come lattuga, barbabietola, carote, ravanelli, zucchine, e limitare bevande nervine, sale e cibi salati, prodotti da forno. Inserire fagioli azuki ed incrementare la frutta secca oleosa.
Come indicazioni nello stile di vita è importante mantenere una buona attività fisica aerobica, uscire all’aria aperta cercando di sfruttare l’ultimo periodo di caldo e di sole, e soprattutto trovare modo per attività riflessive e meditative, rispolverare il diario ove fissare il proprio punto di vista e di essere, scrivere consuntivi, darsi un bilancio consapevole di quanto si ha raggiunto come persona e come finalità di vita.

Se stiamo compiendo un percorso di autoconsapevolezza e di maggiore integrità nel tempo della Vergine le nostre pratiche hanno la possibilità concretizzarsi in qualcosa di reale e applicabile al quotidiano e soprattutto sviluppare una maggiore consapevolezza di quali sono i nostri potenziali, la nostra realizzazione, e come porla in essere in comunione con quanto il nostro essere più sottile e spirituale ci sussurra.

Quanto scritto non vuole e non deve sostituire la diagnosi e il consiglio del proprio medico curante, ma ha solo carattere divulgativo e fa riferimento ad una lunga ed approfondita bibliografia che ogni lettore può ritrovare in commercio e nelle biblioteche.

Articoli correlati

Tempo dell'Acquario (gennaio/febbraio) Discipline bio-naturali

Tempo dell'Acquario (gennaio/febbraio)

Aprirci agli altri per costruire assieme

Scopri di più
Tempo del Capricorno (dicembre/gennaio) Discipline bio-naturali

Tempo del Capricorno (dicembre/gennaio)

Porre in essere quanto è essenziale e figlio di una volontà superiore

Scopri di più

Studio inNatura

Lo studio Innatura è l'unione e collaborazione di tre professionisti e di alcuni collaboratori che si occupano di salute e benessere.

Scopri lo studio
Medicina naturale

Medicina naturale

Esiste una sola Medicina che comprende tutto il vasto panorama delle cure e degli approcci.

Scopri
Il progetto

Il progetto

InNatura è un luogo, uno spazio, un percorso che mette al centro l’essere umano immerso nel suo ruolo responsabile verso se stesso ed in cammino su Madre Terra.

Scopri
La via del cerchio

La via del cerchio

Scopri di più sull'antica tradizione “nativa e tribale” che ha come luogo e modalità di dialogo il riunirsi in cerchio.

Scopri
quote

Spiritualità è vivere in modo naturale.

Hazrat Inayat Khan

© 2020 Antonio Sisana - Via Milano, 20 - Bormio (SO) | P.IVA 00688790146 | CF SSNNTN71L26B049A | |

Credits ueppy