Home > Blog > Malattia e Guarigione secondo Bach


24 Maggio 2012

Malattia e Guarigione secondo Bach

Categoria: Blog

dalle parole di Edward Bach

Edward Bach passa attraverso un profondo periodo di crisi e di riflessione interiore comprendendo che la scienza medica, a cui aveva dato la vita, non andasse nella giusta direzione sulla strada della Guarigione dell’Essere Umano. Identifica, quindi, il fallimento di tale scienza che non si rivolge all’origine della malattia, non opera tenendo in considerazione tutti gli aspetti e le componenti dell’essere umano. Non interviene sulla causa, ma sposando una metodica materialista, semplicemente sposta i sintomi e toglie all’uomo la responsabilità di comprendere il dono che la malattia gli offre affinché coltivi in sé le virtù e quindi ponga in essere un processo di miglioramento dello stile di vita, dei pensieri, dei suoi atteggiamenti. Questo processo volto a ristabilire armonia tra i propri pensieri e la propria anima è il vero cammino verso la guarigione. Solo rimanendo fedeli alle direttive della nostra componente spirituale, il Sé Superiore, possiamo restare in salute e quindi, compiendo il nostro progetto di vita, missione, compiere una vera prevenzione che parte dall’alto e non dal basso, dal corpo.
Rimanere fedeli a se stessi, al proprio compito, alla voce dell’anima, implica una grande responsabilità personale e umiltà verso il Creatore. Per Bach le nostre componenti spirituali e mentali sono tenute in grande considerazione. Sono la parte importante e prioritaria che incidono nella salute fisica dell’essere umano.

FALLIMENTO DELLA SCIENZA MEDICA:
Imperniata sui sintomi
“La principale ragione del fallimento della scienza medica moderna consiste nel fatto che si impernia sui sintomi e non sulle cause.”

ORIGINI DELLA MALATTIA:
Non è materiale
“I metodi materialisti attuali non arriveranno mai alla radice della malattia per la semplice ragione che la malattia, alla sua origine, non è materiale. Ciò che noi conosciamo della malattia è l’ultimo effetto prodotto nel corpo, la risultante delle forze che agiscono per lungo tempo e in profondità, e anche se la terapia materiale è apparentemente coronata da successo, in realtà si tratta di un sollievo passeggero, se non si è eliminata la causa reale della malattia”.
Causa sempre operante
“Qualunque sforzo diretto soltanto sul corpo non può che riparare superficialmente il danno causato dalla malattia, ma questa non è la guarigione, poiché la causa è sempre operante e può in ogni momento manifestarsi sotto altra forma. Infatti, in molti casi, un’apparente guarigione è nociva in quanto nasconde all’ammalato la causa reale del suo male, passando inosservata per la soddisfazione di una salute apparentemente ritrovata, può guadagnare forza.”
Errore fondamentale Nostra costituzione
“Certe malattie possono essere provocate da mezzi fisici diretti, come veleni, incidenti, ferite, grandi eccessi, ma in generale la malattia è dovuta ad un qualche errore fondamentale nella nostra costituzione”.
Perdita vista ragione esistenza
“L’uomo, soprattutto preoccupato di trarre dalla sua incarnazione un profitto materiale, ha perduto di vista la vera ragione della sua esistenza terrena”.

LA MALATTIA:
Conflitto Anima/mente
“La malattia è, in essenza, il risultato di un conflitto tra l’Anima (Spirito) e la Mente (Psiche) e non sarà mai estirpata senza uno sforzo spirituale e mentale.”
Risalire alla causa
“Ciò che chiamiamo malattia è lo stadio terminale di un disordine molto più profondo, e per assicurare un successo completo alla cura è evidente che non si può trattare la conseguenza senza risalire alla causa fondamentale per eliminarla”.
Lezione da comprendere
“…la malattia, apparentemente così crudele, è in se stessa benefica e per noi proficua, perché se noi la interpretiamo correttamente ci mostrerà i nostri difetti essenziali… La sofferenza è un correttivo che mette in luce la lezione che non avremmo potuto apprendere con altri mezzi e non può essere eliminata se prima tale lezione non sarà compresa.”
Speranza
“Non si deve mai disperare, per quanto grave sia la malattia, perché il fatto stesso che l’individuo fruisca ancora della vita fisica è l’indice che l’Anima che lo governa non è senza speranza.”
Malattie primarie
“Le reali malattie primarie dell’Uomo sono certi difetti quali l’orgoglio, la crudeltà, l’odio, l’egoismo, l’ignoranza, l’instabilità, l’avidità e ciascuno di essi, se ben esaminato, si rivela contrario all’Unità.”

GUARIGIONE
Coltivare virtù
“E’ possibile prevenire e guarire la malattia scoprendone l’errore che è in noi e liberarcene, non lottando contro i nostri difetti, ma coltivando in noi le vitrù opposte, in modo che essi possano sparire da soli”.
Eliminare difetti
“Una cura completa esige non soltanto l’impiego di mezzi fisici, scelti sempre tra i migliori metodi conosciuti in medicina, ma un vivo sforzo per eliminare i nostri difetti perché, in definitiva, la guarigione finale e totale viene dal profondo dell’Anima stessa che irradia armonia nella personalità, qualora le sia concesso.”
Servire
“Poiché è l’egoismo la causa principale di ogni malattia, vi è un metodo sicuro per ottenere sollievo da ogni sofferenza ed è quello di trasformare l’amore di sé in devozione per gli altri… abbandonare i propri interessi per servire l’umanità.”
Prevenzione
“Dobbiamo dapprima ricercare i difetti in noi ed eliminarli opponendone le virtù contrarie.”
“Agendo in tempo sullo spirito si può prevenire una malattia prossima a manifestarsi”.
“La tranquillità di mente e l’armonia con l’Anima sono di grandissimo aiuto per la guarigione degli ammalati. Non vi è alcun dubbio che se riusciremo nelle fasi iniziali di malattie minori a rilassarci completamente per qualche ora soltanto e a metterci in armonia con il nostro Io Superiore il male abortirà”.
Unione intima anima/Personalità
“Il nostro atteggiamento verso la vita dipende dalla intimità esistente tra personalità ed Anima. Più stretta è l’unione, più grandi sono l’armonia e la pace e più chiaramente brillerà la luce della Verità, più luminosa sarà questa radiosa felicità che appartiene ai livelli superiori.”
Obbedire voce nostra anima
“ Dobbiamo in seguito sviluppare la nostra individualità e liberarci da ogni influenza da parte del mondo ubbidendo solo alle direttive della nostra Anima indipendentemente dalle circostanze o dagli altri, così da divenire i nostri propri maestri, dirigendo la nostra barca sulle onde agitate della vita senza mai lasciare i timone né, in nessun momento, la direzione ad altri. Bisogna nello stesso tempo imparare a rispettare ugualmente la libertà di ognuno, a non attendersi nulla dagli altri ma al contrario essere sempre presenti a tendere loro una mano sicura nei momenti difficili.”

Tags: medicina naturale


Lascia un commento

I campi contrassegnati da (*) sono obbligatori







helpInserisci nell'area di testo sottostante le 2 parole che vedi nell'immagine. audio audio
Inserisci le parole Inserisci i numeri che senti